Prevenzione Dentale

Malattie e prevenzione
Prevenzione Dentale

La quotidiana igiene orale e l’uso di un’alimentazione specifica ricca di fibre e di tutti i nutrienti essenziali (incluse le vitamine A, C ed E e gli acidi grassi Omega 3 e 6) sono molto importanti per la salute dentale del gatto e costituiscono un enorme aiuto nel prevenire la deposizione di placca e la formazione di tartaro.
La placca batterica, una patina maleodorante che aderisce alla superficie del dente, si forma fin dall’eruzione dei denti da latte a causa dell’azione dei batteri, normalmente presenti nel cavo orale, sulla saliva e i residui alimentari. Se non rimossa, nel giro di un paio di giorni, comincia a mineralizzarsi trasformandosi in tartaro. per scongiurare conseguenti patologie al cavo orale quali gengiviti, parodontiti e stomatiti e soprattutto per evitare gravi ripercussioni sistemiche conseguenti alle malattie parodontali non trattate, occorre mettere in atto una buona strategia di prevenzione.

La placca batterica può essere rimossa con una giornaliera e domiciliare pulizia di denti e gengive del gatto, utilizzando appositi spazzolini, mentre la rimozione del tartaro necessita di detartrasi, ossia di un intervento eseguito dal veterinario in anestesia generale.

Per rendere più agevoli queste operazioni, è fondamentale abituare il gatto fin da piccolo a farsi toccare la bocca, sollevare il labbro e farsi massaggiare le gengive.

Per cominciare si può bagnare il dito con della carne o del brodo in modo che questa manovra gli risulti sicuramente piacevole. In un secondo tempo si può SPECIFICHE utilizzare una piccola garza o un ditale di gomma (reperibile nei negozi specializzati) sempre insaporiti con carne o brodo. Il passo all’uso dello spazzolino a questo punto è brevissimo, anche se per le prime volte si consiglia sempre, prima di utilizzare un dentifricio a uso veterinario, di “sporcarlo” con della carne e massaggiare delicatamente la superficie esterna del dente e delle gengive. Non bisogna usare metodi coercitivi e bruschi per garantire la ripetizione di quest’operazione nel tempo.